Correlazione tra cervello e suoni

L’età di insorgenza della condizione misofonica non è nota, ma alcune persone segnalano sintomi tra i 9 e i 13 anni. La misofonia è più comune nelle ragazze dove si manifesta rapidamente, anche se non sembra essere correlata a nessun evento.

I medici non sono sicuri di ciò che causi la misofonia, ma di certo non è un problema legato alle orecchie. Pensano che sia tutto collegato alla parte mentale e alla parte fisica della persona. Potrebbe essere correlato al modo in cui il suono influisce sul cervello e attiva le risposte automatiche nel corpo.

Poiché le nostre orecchie sono normali e il nostro udito è OK, il medico potrebbe avere problemi con una diagnosi. La misofonia a volte viene scambiata per ansia, disturbo bipolare o ossessivo-compulsivo. Alcuni medici pensano che dovrebbe essere classificato come un nuovo disturbo.

Spesso loro non sono a conoscenza della condizione e non vi è consenso in merito alla classificazione. La misofonia sembra verificarsi da sola e anche insieme ad altri problemi di salute, di sviluppo e psichiatrici.

Uno studio innovativo ha recentemente scoperto che la misofonia è una malattia basata sul cervello. I ricercatori indicano una interruzione della connettività in alcune parti del cervello che elabora sia la stimolazione sonora che la risposta, coinvolgendo anche parti del cervello che codificano i suoni.

Immagine da https://www.focus.it/comportamento/psicologia/se-hai-una-musica-in-testa-il-cervello-lanalizza-cosi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *